L’Associazione

                                                     Lassociazione

Il Gruppo di Protezione Civile Acri è un’associazione di volontariato che nasce nel 1999 ad Acri, per iniziativa di sedetrenta cittadini intenzionati a creare un gruppo che si interessasse di protezione civile in un centro che fino ad allora non aveva fatto molto in materia; i fondatori si unirono e dettero vita ad una associazione senza fini di lucro regolarmente costituita con atto pubblico e che venne iscritta agli appositi albi regionale e nazionale.
 

L’associazione ha uno statuto democratico che ne regola la vita e le attività, con l’assemblea dei soci che elegge ogni tre anni un consiglio direttivo di cinque membri, che a sua volta elegge un presidente, tre vice-presidenti ed un segretario.
L’associazione opera in materia di protezione civile, si interessa di prevenzione- previsione ed emergenza , svolgendo attività di  

  • Prevenzione – svolgendo opera di informazione ed educazione presso la popolazione, gli enti, le scuole, le famiglie, i giovani, al fine di prevenire i danni derivanti da calamità naturali.
  • Previsione -collaborando nella stesura di piani, studi, analisi, indagini ,in materia di rischi collettivi in territorio di Acri ed oltre.
  • Emergenza – collaborando con le pubbliche autorità, nei casi di gravi calamità naturali, per soccorso e supporto logistico alle popolazioni colpite da calamità.

Nei dieci anni di attività il Gruppo ha svolto molteplici attività che lo hanno portato ad essere oggi  una tra le più attive ed attrezzate associazioni di protezione civile della regione Calabria, grazie ai corsi di formazione ed all’attrezzatura di cui si è dotata.

Tra le attività svolte negli ultimi anni:

  • Corso di formazione volontari di protezione civile,in collaborazione con il CSV di Cosenza, 38 volontari per quaranta ore .
  • Attività di soccorso in occasione di incendi boschivi .
  • Attività di divulgazione ed educazione all’emergenza nelle scuole di Acri.
  • Prove di evacuazione di edifici scolastici.
  • Assistenza in occasione di pubbliche manifestazioni.
  • Redazione Piano Comunale di allertamento per il rischio idrogeologico, per conto del Comune di Acri, in applicazione della direttiva regionale per l’istituzione del sistema di allertamento regionale per il rischio idrogeologico ed idraulico in Calabria del 29/03/07.
  • Redazione  Piano Comunale incendi d’interfaccia  per conto del Comune di Acri, in applicazione dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 28 agosto 2007, n. 3606, in materia di incendi boschivi e d’interfaccia.
  • Accreditamento quale ente di quarta classe per la presentazione di progetti di servizio civile.
  • Presentazione progetto di servizio civile per sei volontari da utilizzare in attività  di previsione e prevenzione dei rischi collettivi in Acri.
  • Approvazione, da parte del Dipartimento della Protezione Civile nazionale, di un progetto dell’importo di 32.000,00 euro per la dotazione di mezzi di soccorso, finanziato al 40%.
  • Adesione alla Prociv-Arci , Associazione Nazionale Volontari per la Protezione Civile.
  • Collaborazione con Rotary Acri per convegno su incendi boschivi.
  • Collaborazione con Rotary e Lions per screening gratuito osteoporosi.
  • Stipula convenzione con Provincia di Cosenza per attività di protezione civile.
  • Stipula convenzione AIB con la Regione Calabria, per operare,sotto le direttive della Sala Operativa Regionale, in attività di spegnimento di incendi boschivi.
  • Prima missione in Abruzzo. In collaborazione con la Protezione Civile della Regione Calabria, cinque volontari si recano per una settimana a L’Aquila per prestare la loro opera a favore dei terremotati.
  • Seconda missione in Abruzzo. In collaborazione con la Prociv.Arci nazionale, altri cinque volontari si recano per una settimana a l’Aquila per prestare la loro opera in una tendopoli in cui erano ospitati terremotati.
  • Collaborazione con Banco Alimentare per colletta alimentare.
  • Potenziamento attrezzature: Automezzo polivalente – torre faro- gruppo elettrogeno- tenda ministeriale- rimorchio ecc. 
  • Corso di formazione  antincendio boschivo, con la partecipazione di oltre cinquanta corsisti.
  • Partecipazione ad esercitazione di protezione civile di tre giorni ad Isola Capo Rizzuto.
  • Campo-scuola Varrise 2010,  venti ragazzi di scuola media per una settimana in Sila ad apprendere principi di educazione ambientale e di protezione civile.

Leave a Reply